Bioetica e dibattito pubblico tra scuola e società

by Monia Andreani

Bioetica e dibattito pubblico tra scuola e società
a cura di Monia Andreani, Marcello Dei, Massimo S. Russo

 Ho sempre pensato e detto che se la bioetica ha un valore è per la sua capacità di tenere insieme in senso complesso e da discutere (ma sempre con l’attenzione al caso) i diversi aspetti di: individuale – collettivo; particolare-universale; concernenti l’etica pubblica e la dimensione deontologica, la ricerca scientifica, la relazione politica ed etica tra esseri umani, tra esseri umani ed altri viventi …  Possibile che di fronte a tale sfida per la discussione filosofica (ma in generale epistemologica in senso trans-disciplinare) ci sia tanto silenzio? Possibile che ci sia un duopolio di posizioni in Italia per cui o sei con me o sei contro di me? Possibile che non ci sia interesse di far ragionare nel dibattito pubblico – a partire dai mass media – sulle questioni grandi e piccole ma anche non legate solo alla vita e alla morte, che riguardano la vita e i viventi e quindi ci competono? Possibile che le ragazze e i ragazzi delle scuole italiane non abbiano le competenze (perché chi si interessa delle loro competenze bioetiche?) per poter discutere di temi che li riguardano come cittadini e quindi responsabili di diritti e doveri?

Gli autori del Volume hanno affrontato il tema della bioetica proprio nel nodo che si istituisce tra informazione pubblica e scuola. I testi pubblicati sono  frutto degli interventi di un Convegno che si è svolto a Urbino nel 2011.

Valerio Pocar e Deborah Spini si sono dedicati al rapporto tra informazione pubblica e bioetica. Amedeo Cottino riflette su una pièce del drammaturgo C.H.Wijmark dedicata alla fine della vita intesa come eutanasia caldeggiata dallo Stato. L’intervento di Federico Losurdo si concentra sui limiti del diritto in relazione ai temi della bioetica nell’ordinamento europeo e italiano. Monia Andreani svolge una riflessione sui principi della bioetica a partire dal pensiero delle donne. Ubaldo Cortoni introduce una riflessione teologica sull’essere umano alla luce delle direzioni prese con il Concilio Ecumenico Vaticano II. Giuseppe Deiana propone un’analisi di come la scuola e la disciplina bioetica si siano interfacciate in questi anni in Italia.

I dati del rapporto di ricerca presentati da Marcello Dei illustrano che cosa è qui e ora la bioetica nelle classi delle scuole secondarie superiori. Il saggio di Massimo S. Russo analizza le credenze e le posizioni etiche che affiorano dalla narrazione degli studenti attorno al tema della fine della vita.

Il libro si conclude con un apparato bibliografico a cura di Massimo S. Russo e con un glossario utile per l’aspetto didattico che propone, a cura di Monia Andreani